COME RICONOSCERE LE ANOMALIE DEL TUO IMPIANTO ELETTRICO

COME RICONOSCERE LE ANOMALIE DEL TUO IMPIANTO ELETTRICO

COME RICONOSCERE LE ANOMALIE DEL TUO IMPIANTO ELETTRICO? Se sei consapevole delle dinamiche che possono creare problemi al tuo impianto elettrico, può evitarti grossi problemi sia nel breve che nel lungo termine.

COME RICONOSCERE LE ANOMALIE DEL TUO IMPIANTO ELETTRICO

Come riconoscere le anomalie del tuo impianto elettrico? Come sempre parte del risparmio e della gestione del tuo impianto passa per la consapevolezza dei problemi che può incontrare durante l’arco della sua vita. Conoscere e prevenire i segnali di malfunzionamento può aiutare a non dover pagare grosse somme di tempo e denaro se l’impianto alla fine smette di funzionare.

La prima situazione anomala: il cortocircuito

COME RICONOSCERE LE ANOMALIE DEL TUO IMPIANTO ELETTRICO

Pericoloso soprattutto perché è un malfunzionamento che non danneggia soltanto l’impianto, ma anche le persone che ne fruiscono, con la probabilità di generare incendi anche di grandi dimensioni se in presenza di materiali infiammabili.

E’ un problema dovuto ad un difetto di isolamento, quando avviene un contatto accidentale tra il filo fase e il filo neutro e questo spesso è causato da un cattivo funzionamento dell’impianto. 

Negli impianti a norma, quando il flusso di corrente diventa eccessivamente forte subentra il sistema “salvavita”, che preserva l’impianto elettrico staccandolo dalla rete e quindi assicura gli ambienti da ulteriori danni. In impianti particolarmente datati o fuori norma, si può comunque generare un cortocircuito: occorre quindi pensare e approntare la risistemazione a norma di legge dell’impianto.

La seconda situazione anomala: la dispersione elettrica

E’ un problema tra i più gravi che affliggono i tuoi immobili.
Non tanto perché sia pericolosa per la salute, quanto perché, se non risolto, diminuisce e sperpera le tue finanze con bollette e un sostanzioso calo di rendimento del tuo impianto elettrico.

Sospetti di avere una dispersione di corrente in casa? Spesso ha origine da un cattivo isolamento che porta la corrente a disperdersi tra canali superflui e ambienti circostanti. Non perdere tempo e richiedi subito tempo l’azione di un professionista. 

La terza situazione anomala: il sovraccarico

Deriva da un dimensionamento sbagliato dei conduttori e dei carichi troppo elevati: può portare a deteriorare i tuoi elettrodomestici o macchinari, e condurre a cortocircuiti e dispersione (vedere paragrafi precedenti).

Anche in questo caso, se noti un generale malfunzionamento dei tuoi elettrodomestici o macchinari, conviene far indagare al più presto un professionista.

Share

Commenti (No Responses )

No comments yet.

Lascia un commento